The Southern Literary Messenger

In Vita di Edgar Allan Poe: articoli sulla biografia

Il primo giornale in cui lavorò Poe

Il «Southern Literary Messenger» fu il più importante periodico pubblicato nel Sud degli Stati Uniti e precisamente a Richmond, in Virginia, dal 1834 al giugno 1864.

Fu fondato da Thomas Willis White (1788-1843), che ricoprì la carica di editore e redattore occasionale fino alla sua morte nel 1843. Il giornale pubblicò fino al giugno 1864, quando chiuse, anche per via del coinvolgimento della città di Richmond nella guerra civile americana.

Nel 1835 White assunse Poe come scrittore e critico.

Storia del «Southern Literary Messenger»

The Southern Literary MessengerAll’inizio del XIX secolo nel Nord degli Stati Uniti nacquero diverse riviste letterarie, come «Harper’s», che detenevano il mercato letterario. Per prendere i lettori del Sud diversi redattori crearono delle riviste simili nel meridione, ma la maggior parte fallì, sia perché i lettori del Sud erano pochi sia perché questi stessi lettori preferivano le riviste del Nord, meglio affermate.

Una di queste riviste fu il «Southern Literary Messenger», che Thomas Willis White fondò nel 1834.

Nel 1835, su raccomandazione di John Pendleton Kennedy (1795–1870), White assunse Poe, a quel tempo uno sconosciuto (e povero) poeta, come redattore letterario. Grazie al lavoro di Poe il giornale aumentò notevolmente le vendite, migliorando la qualità dei contenuti e sviluppando contatti con il mondo letterario del Nord.

Sebbene White ammirasse i talenti letterari di Poe, tuttavia lo criticò per la sua intemperanza e per le sue dure recensioni letterarie. Una volta scrisse che Poe leggeva libri solo “per ridicolizzare i loro autori”.

Il lavoro editoriale di Poe era molto pesante, poiché richiedeva lunghe ore di revisione dei manoscritti, molti dei quali pessimi, e infine Poe lasciò il giornale nel 1837 per trasferirsi al Nord e tentare la carriera di scrittore.

All’abbandono di Poe il giornale fu lasciato nelle mani di White, uomo di poca istruzione e scarso acume letterario, e sotto la sua direzione il livello della rivista diminuì.

Nel 1842, dopo aver subito un ictus, White vendette il «Messenger» a Benjamin Blake Minor (1818–1905), un avvocato di Richmond. La rivista cambiò di nuovo, passando da contenuti principalmente letterari ad argomenti di natura politica e storica, pubblicando una serie di articoli sulla storia della Virginia, A True Relation (1608) del capitano John Smith, saggi su strategie militari e diplomazia e difesa della schiavitù.

Nel 1845 Minor acquistò il «Southern and Western Monthly Magazine» di William Gilmore Simms (1806–1870) e lo unì al «Messenger» col titolo «Southern and Western Literary Messenger and Review».

Nel 1847 Minor prese una cattedra presso il Virginia Female Institute di Staunton, in Virginia, e vendette il giornale a John Reuben Thompson (1823–1873).

Con la direzione di Thompson il «Messenger» tornò a pubblicare contenuti letterari e di molti autori del Sud, fra cui Poe, Philip Pendleton Cooke, William Gilmore Simms e Henry Timrod. Nonostante la crescente qualità del giornale c’erano comunque pochi abbonamenti, forse a causa dello scarso pubblico per la letteratura del Sud.

I contenuti del giornale, a partire dal 1850, virarono sulla difesa della schiavitù, le polemiche contro l’abolizionismo e i diritti degli stati.

Nel 1860 il medico e umorista George W. Bagby (1828–1883) rilevò il giornale e Thompson divenne editore del «Southern Field e Fireside»: il «Southern Literary Messenger» divenne un organo propagandistico del secessionismo meridionale.

Bagby spezzò i legami con l’ambiente letterario del Nord e pubblicò soltanto “articoli puramente meridionali… che hanno il sapore della (nostra) terra”, come scrisse nel suo “Editor’s Table” del giugno 1860.

Durante la guerra civile americana (1861-1865), il giornale pubblicò resoconti di battaglie e criticò sia il governo del Nord sia quello confederato, in particolare il suo presidente, Jefferson Davis. Con il deteriorarsi delle condizioni economiche in Virginia durante la guerra, la rivista cessò di essere pubblicata nel 1864.

Cronologia del «Southern Literary Messenger»

  • 1834: il «Southern Literary Messenger», una delle riviste letterarie autorevoli e di maggior successo nel Sud, è fondato da Thomas Willis White.
  • 1835: John Pendleton Kennedy incoraggia Edgar Allan Poe a candidarsi per un posto di assistente redattore presso il giornale. Poe ottiene il lavoro.
  • 1837: a gennaio Poe lascia il lavoro di redattore al «Southern Literary Messenger» e si trasferisce a nord, lavorando in vari incarichi editoriali, in particolare al «Graham’s Magazine» di Filadelfia.
  • 1842: in seguito a un ictus che colpì Thomas White il «Southern Literary Messenger» è venduto a Benjamin Blake Minor.
  • 1845: il «Messenger» acquisisce il «Southern and Western Monthly Magazine».
  • 1847: il giornale viene venduto ancora, questa volta a John Reuben Thompson.
  • 1860: a giugno George William Bagby è nominato redattore del «Southern Literary Messenger» e usa il giornale per promuovere il secessionismo meridionale prima e durante la guerra civile.
  • 1864: il «Southern Literary Messenger» cessa le pubblicazioni quando le condizioni economiche della Virginia, durante la guerra civile americana, peggiorano.

Le opere di Poe pubblicate nel «Southern Literary Messenger»

Oltre a parecchi articoli di critica letteraria, Poe pubblicò alcuni suoi scritti sulla rivista. Nell’elenco sono presenti racconti, poesie, editoriali, articoli e saggi scritti da Poe e pubblicati fra il 1835 e il 1849.

  • Berenice — A Tale”, marzo 1835
  • Morella”, aprile 1835
  • Lionizing (Celebrità), ristampa, maggio 1835
  • “Hans Phaal”, poi intitolato “The Unparalleled Adventureof One Hans Pfaal”, (L’impareggiabile avventura di un certo Hans Pfaal), giugno 1835
  • “To Mary”, poesia poi riveduta e stampata col titolo “To Frances”, luglio 1835
  • “The Visionary — A Tale”, poi intitolato The Assignation (L’appuntamento), luglio 1835
  • “Bon-Bon”, ristampa, agosto 1835
  • “The Coliseum. A Prize Poem”, ristampa, agosto 1835
  • “Loss of Breath. A Tale a la Blackwood” (Senza fiato), ristampa, settembre 1835
  • “Lines Written in an Album”, poesia, settembre 1835
  • “King Pest the First. A Tale Containing an Allegory” (Re Peste), settembre 1835
  • “Shadow. A Fable” (Ombra), settembre 1835
  • “Scenes from an Unpublished Drama [Politian]”, estratto della poesia, dicembre 1835
  • “MS. Found in a Bottle” (Manoscritto trovato in una bottiglia), ristampa, dicembre 1835
  • “A Paean”, poesie, ristampa, gennaio 1836
  • Metzengerstein”, ristampa, gennaio 1836
  • “Scenes from an Unpublished Drama [Politian]”, poesia, gennaio 1836
  • The Duc de L’Omelette”, febbraio 1836
  • “Palaestine”, articolo, febbraio 1836
  • “The Valley Nis”, poesia, ristampa, febbraio 1836
  • “Autography”, articolo, febbraio 1836
  • “Epimanes”, poi intitolato “Four Beasts in One: The Homo-Cameleopard” (Quattro bestie in una. L’uomo cameleopardo), marzo 1836
  • “To Helen”, poesia, ristampa, marzo 1836
  • “A Tale of Jerusalem” (Un racconto di Gerusalemme), ristampa, aprile 1836
  • “The Loyalty of Virginia”, editoriale, aprile 1836
  • “Chief Justice Marshall”, editoriale, aprile 1836
  • “Maelzel’s Chess-Player”, articolo, aprile 1836
  • “Sonnet [to Science]”, poesia, ristampa, maggio 1836
  • “Irene”, poesia, ristampa riveduta, maggio 1836
  • “Lynch’s Law”, editoriale, maggio 1836
  • “Letter to B——”, saggio, ristampa, luglio 1836
  • “Israfel”, poesia, ristampa, agosto 1836
  • “The City of Sin”, poesia, ristampa, agosto 1836
  • “Autography [Part II]”, articolo, agosto 1836
  • “Ballad”, poesia, gennaio 1837
  • “[The Narrative of] Arthur Gordon Pym, No. I.”, gennaio 1837
  • “Sonnet. To Zante”, poesia, gennaio 1837
  • “[The Narrative of] Arthur Gordon Pym, No. II.”, febbraio 1837
  • “The Literary Life of Thingum Bob, Esq.”, dicembre 1844
  • “The Raven” (Il corvo), poesia, ristampa, marzo 1845
  • “The Rationale of Verse [Part I]”, saggio, ristampa riveduta, ottobre 1848
  • “The Rationale of Verse [Part II]”, saggio, ristampa riveduta, novembre 1848
  • Marginalia”, aprile 1849
  • “Marginalia”, luglio 1849
  • “Marginalia”, settembre e ottobre 1849
  • “The Bells” (Le campane), poesia, ristampa, novembre 1849
  • Annabel Lee”, poesia, ristampa, novembre 1849

Fonti

  • Educational Technology Clearinghouse, University of South Florida
  • Encyclopedia Virginia
  • Edgar Allan Poe Society of Baltimore
Pubblicato lunedì, 28 Ottobre 2019, 06:00

Leggi anche i seguenti articoli:

Poe e gli errori dell’editoria italiana

Poe e gli errori dell’editoria italiana

Errori commessi da editori italiani sulle opere di Poe Edgar Allan Poe compare spesso nell’editoria italiana. I suoi racconti

Continua a leggere
Batman Nevermore

Batman e Edgar Allan Poe

Batman Nevermore La presenza di Poe nei fumetti, sia statunitensi sia italiani – è recente l’ultimo Maxi Zagor con

Continua a leggere
Laboratorio di lettura ad alta voce dei racconti di Edgar Allan Poe

Laboratorio di lettura ad alta voce dei racconti di Edgar Allan Poe

Del terrore e dello splendore: letture con l’attrice Anna Amadori Un percorso formativo di lettura dedicato ai racconti di

Continua a leggere

Lascia un commento:

La tua email non sarà pubblicata.

Mobile Sliding Menu