The Broadway Journal

Il settimo giornale in cui lavorò Poe

Il «Broadway Journal» fu un settimanale di breve durata, fondato da Charles F. Briggs, Henry C. Watson e l’ex insegnante John Bisco, che desiderava per New York una rivista dedicata esclusivamente alla letteratura.

Il giornale uscì la prima volta sabato 4 gennaio 1845. Fu pubblicato fino al 3 gennaio 1846. A partire dal 1° novembre 1845 Poe ne divenne proprietario. Fu l’unica rivista posseduta da Poe.

Il numero del 1°novembre 1845, con l’intestazione che vede Poe proprietario del giornale

Storia del «Broadway Journal»

La sede del giornale era al 138 di Nassau Street a New York (che fu anche sede del «New York Daily Times» dal 1854 al 1858).

Il «Broadway Journal» iniziò la sua storia editoriale con poco denaro, non elevandosi mai molto al di sopra del livello di fallimento. Il 23 dicembre 1844 Briggs e John Bisco stipularono un contratto per condividere equamente sia la proprietà che i profitti, dividendosi il controllo della rivista.

Secondo Arthur Quinn, biografo di Poe, «… la causa principale del fallimento [del giornale] è stata la mancanza di capitale. Gli annunci nel “Journal” sembrano essere abbondanti, e in effetti sono aumentati da due a quattro pagine dopo che Poe ebbe il completo possesso del giornale.».

Ma ci furono oscure manovre, di cui Poe non era a parte, che mandarono tutto all’aria.

Nassau Streer
Nassau Street e Frankfort Street nel 1893

La collaborazione di Poe al «Broadway Journal»

Poe divenne collaboratore del «Broadway Journal» mentre era ancora nello staff del «Mirror». Iniziò a collaborare con il giornale conoscendo Charles Frederick Briggs tramite una lettera di presentazione di James Russell Lowell, guadagnando inizialmente un dollaro a colonna.

L’entusiasmo iniziale di Briggs per Poe scemò a giugno 1845, trovando le recensioni di Poe “così verbali e così puramente egoistiche” da non provare più simpatia per lui.

Il 14 luglio 1845 Bisco e Poe firmarono un accordo che prevedeva Poe unico direttore. Secondo il contratto Poe avrebbe ricevuto anche la metà dei profitti, ma dal momento che il contratto Briggs/Bisco originale non era mai stato abrogato, quell’accordo stipulato con Poe doveva essere legalmente privo di valore.

Infine Poe trasferì metà del suo interesse per il «Journal» a Thomas H. Lane, che gestì la liquidazione della rivista. Poe in seguito descrisse Lane a George Eveleth come “la persona a cui ho trasferito il «Journal» e nelle cui mani è morto”.

L’ultimo giorno delle pubblicazioni del giornale apparve un messaggio di Poe:

Disposizioni impreviste che richiedono tutta la mia attenzione, e essendo stati raggiunti gli obiettivi, per quanto mi riguarda personalmente, per i quali è stato istituito “’The Broadway Journal”, ora, in qualità di editore, dico addio, cordialmente ai nemici come agli amici.

Nessun biografo di Poe è riuscito a far luce su questo strano messaggio: di quali disposizioni e quali obiettivi parlava Poe?

Per qualcuno quello fu un messaggio sardonico. Poe fu oberato di lavoro, conquisto nuovi nemici e continuò a essere povero.

Le opere di Poe pubblicate sul «Broadway Journal»

Non ci sono particolari opere di Poe da segnalare. La sua collaborazione è stata incentrata quasi esclusivamente sulla critica e alcuni articoli e annunci di libri.

Poe ha pubblicato la ristampa di alcuni suoi racconti, come “Berenice”, “Il pozzo e il pendolo”, “Eleonora”, “Morella”, “La mascherata della Morte Rossa”, “Il cuore rivelatore”, “Ligeia” e poesie, quali “Il corvo”, “A una in Paradiso”, “Il verme conquistatore”, “Terra di sogno” ristampa revisionata, “Il Colosseo”.

Qui di seguito alcuni suoi articoli, più una prima edizione:

  • 15 febbraio 1845, “Some Secrets Of The Magazine Prison-house” (articolo firmato “P.” a matita su una copia del giornale che Poe diede a S.H. Whitman)
  • 12 aprile 1845, “Anastatic Printing” (articolo firmato “P.” a matita su una copia del giornale che Poe diede a S.H. Whitman)
  • 19 aprile 1845, “Street-Paving” (articolo firmato “P.” a matita su una copia del giornale che Poe diede a S.H. Whitman)
  • 26 aprile 1845, “A F” (To F —— ), ristampa (questa poesia è stata originariamente pubblicata come “To Mary” nel «Southern Literary Messenger» del luglio 1835 e successivamente ristampata come “To One Departed”. Con la ristampa “A F” Poe la dedica a Frances S. Osgood); “Impromptu to Kate Carol”, prima edizione: poesia attribuita a Poe da T.O. Mabbott (Kate Carol era uno pseudonimo usato da Frances S. Osgood)
  • 3 maggio 1845, “House Furniture” (ristampa di “The Philosophy of Furniture”)
  • 16 agosto 1845, “The Drama” (articolo firmato “P.” a matita su una copia del giornale che Poe diede a S.H. Whitman)
  • 15 novembre 1845, “A New Mode of Collecting a Library”, articolo

Fonti

  • Stephen Rachman, “Broadway Journal”, in J.R. LeMaster and Donald D. Kummings, eds., Walt Whitman: An Encyclopedia, New York, Garland Publishing, 1998
  • Heyward Erlich, “The Broadway Journal: Brigg’s Dilemma and Poe’s Strategy (Introduction)”, The Collected Writings of Edgar Allan Poe — Vol. IV: Broadway Journal (Annotations)
  • The World of Edgar Allan Poe, “The Strange Life and Death of the “Broadway Journal” (Part One)”
  • The World of Edgar Allan Poe, “The Strange Life and Death of the “Broadway Journal” (Part Two)”
  • The World of Edgar Allan Poe, “The Strange Life and Death of the “Broadway Journal” (Part Three)”
  • Heyward Erlich, “The Broadway Journal: Brigg’s Dilemma and Poe’s Strategy (Introduction)”, The Collected Writings of Edgar Allan Poe — Vol. IV: Broadway Journal (Annotations), 1986
  • Edgar Allan Poe Society of Baltimore, “Edgar Allan Poe’s Writings in the Broadway Journal”
Informazioni su Daniele Imperi 612 Articoli
Sono un blogger e un appassionato di libri e letteratura. Edgar Allan Poe è stato il primo autore che ho amato e da allora ho iniziato a leggere la sua opera omnia. Il sito che ho creato nel 2007 è un omaggio a questo indimenticabile autore.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*