170° anniversario della morte di Poe

In Vita di Edgar Allan Poe: articoli sulla biografia

Le ultime parole di Edgar Allan Poe

Edgar Allan Poe muore nella città di Baltimora la domenica del 7 ottobre 1849. Viene trovato ubriaco e delirante il 3 e portato all’ospedale.

Secondo il dottor John Joseph Moran Poe ha iniziato a delirare il 6, sabato sera, chiamando un certo Reynolds, e per tutta la notte fino alle 3 di domenica mattina.

E qui nacque quello che fu chiamato il mito di Poe-Reynolds.

L’ultima settimana di vita di Poe

È avvolta dall’oscurità. Dal 26 settembre al 3 ottobre 1849 non si sa cosa accadde a Poe. Lasciò Richmond per recarsi a Filadelfia, ma si fermò a Baltimora.

Nella città il 3 ottobre era giorno di votazioni. Poe fu trovato fuori dal Gunner’s Hall, una taverna gestita da Cornelius Ryan al 44 East Lombard Street, taverna che fungeva anche da luogo per le votazioni.

A trovarlo fu un certo Joseph Walker, che riuscì ad avere da Poe il nome di un suo conoscente, il dottor Joseph Evans Snodgrass, a cui Walker scrisse:

Caro signore, c’è un signore, piuttosto mal vestito, alle votazioni da Ryan, di nome Edgar A. Poe, e che sembra molto sofferente, e dice di conoscerla, e le assicuro che ha bisogno di assistenza immediata.

Snodgrass arrivò insieme allo zio di Poe, Henry Herring (che ne pagò poi la bara). I due lo portarono al Washington College Hospital.

Wasington College University Hospital
Wasington College University Hospital, Broadway, Baltimore City, Md. L’asterisco sulla terza finestra dal basso, nell’ala sinistra dell’edificio, è la camera in cui morì Poe.

Il misterioso Reynolds citato da Poe nel delirio

Ci sono 2 versioni fra i biografi di Poe.

  1. Henry Reynolds: era un falegname che viveva nelle vicinanze. Ma perché Poe avrebbe dovuto chiamare questa persona?
  2. Jeremiah Reynolds: questo nome apparve come il più accreditato. Jeremiah Reynolds (1799 – 1858) era un sostenitore dell’esplorazione polare. La sua teoria sulla Terra cava sembra aver influenzato il romanzo di Poe Le avventure di Arthur Gordon Pym.

Nel numero di gennaio 1837 del «Southern Literary Messenger» Poe recensì Address on the Subject of a Surveying and Exploring Expedition to the Pacific Ocean and South Seas di Jeremiah Reynolds, elogiando l’autore:

To the prime mover in this important undertaking—to the active, the intelligent, the indomitable advocate of the enterprise —to him who gave it birth, and who brought it through maturity, to its triumphant result, this result can afford nothing but unmitigated pleasure. He has seen his measures adopted in the teeth of opposition, and his comprehensive views thoroughly confirmed in spite of cant, prejudice, ignorance and unbelief. . . . . With mental powers of the highest order, his indomitable energy is precisely of that character which will not admit of defeat.

Il mito di Poe-Reynolds

Diversi studi hanno dimostrato come Reynolds fosse un’invenzione di Moran. Il dottor Moran raccontò a chiunque era interessato la storia della malattia e della morte di Poe e tenne sull’argomento una serie di conferenze pubbliche.

Ma furono 3 le dichiarazioni più importanti:

  1. Lettera di Moran a Maria Clemm del 15 novembre 1849. Lettera pubblicata incompleta da Woodberry nel suo libro su Poe del 1885, con alcune escissioni e infedeltà.
  2. Articolo di Moran pubblicato nel «New York Herald» il 28 ottobre 1875, dal titolo “Official Memoranda of the Death of Edgar A. Poe”.
  3. Il suo libro A Defense of Edgar Allan Poe del 1885, di 87 pagine, pubblicato forse a sue spese dalla ditta William F. Boogher di Washington.

Alcuni biografi trovarono errori e incoerenze nei 3 documenti: nella lettera a Maria Clemm, per esempio, compare il nome di Reynolds, che invece non viene menzionato in “Official Memoranda” e in Defense.

Al cugino Neilson Poe fu impedito di vedere Edgar, perché era in stato confusionale. Quindi soltanto il personale dell’ospedale fu autorizzato a vedere Poe dal 3 al 7 ottobre.

Tutto ciò che sappiamo di Poe in merito alla sua morte e alle sue ultime parole dipende da un’unica persona: il dottor John Joseph Moran.

Fonti

  • John J. Moran, A Defense of Edgar Allan Poe, Washington, DC: William F. Boogher, 1885, eapoe.org
  • “Dr. Moran And The Poe-reynolds Myth”, W.T. Bandy, eapoe.org
  • “Where did Edgar Allan Poe have his last drink?”, Dan Currie, September 16, 2014, baltimorepostexaminer.com
  • Edgar Allan Poe: Love, Death and Women directed by Louise Lockwood, www.researchgate.net
  • “Poe’s Last Words”, Professor Solomon, www.professorsolomon.com
Pubblicato lunedì, 7 Ottobre 2019, 06:00

Leggi anche i seguenti articoli:

Laboratorio di lettura ad alta voce dei racconti di Edgar Allan Poe

Laboratorio di lettura ad alta voce dei racconti di Edgar Allan Poe

Del terrore e dello splendore: letture con l’attrice Anna Amadori Un percorso formativo di lettura dedicato ai racconti di

Continua a leggere
Le origini di Edgar Allan Poe

Le origini di Edgar Allan Poe

Origini del cognome Poe e discendenza Il cognome Poe fu trovato per la prima volta nel Devon, in una

Continua a leggere
2 libri poco conosciuti di Poe

2 libri poco conosciuti di Poe

Quali opere si conoscono di Poe? Quali sono le più famose e quelle che hanno avuto continue ristampe? I

Continua a leggere

Lascia un commento:

La tua email non sarà pubblicata.

Mobile Sliding Menu