Un biglietto di San Valentino per Poe

La poesia acrostica di Virginia a PoeEra sabato 14 febbraio 1846 quando Virginia Clemm scrisse questo biglietto per suo marito, Edgar. I due cugini erano sposati da oltre 10 anni, il matrimonio fra Edgar e Virginia avvenne infatti il 22 settembre 1835.

Il biglietto è una poesia acrostica, ossia una poesia in cui la prima lettera di ogni verso va a formare una parola o una frase di senso compiuto, in questo caso forma il nome Edgar Allan Poe.

Anche Poe usò una poesia acrostica per San Valentino, anni prima, dedicandola alla signora Frances Sargent Osgood.

La busta in cui è stato dato il biglietto di San Valentino a Poe riporta:

Sig. Edgar Allan Poe

85 Amity St

New York

La poesia acrostica di Virginia a Poe

Ever with thee I wish to roam —

Dearest my life is thine.

Give me a cottage for my home

And a rich old cypress vine,

Removed from the world with its sin and care

And the tattling of many tongues.

Love alone shall guide us when we are there —

Love shall heal my weakened lungs;

And Oh, the tranquil hours we’ll spend,

Never wishing that others may see!

Perfect ease we’ll enjoy, without thinking to lend

Ourselves to the world and its glee —

Ever peaceful and blissful we’ll be.

Saturday February 14. 1846.

Informazioni su Daniele Imperi 547 Articoli
Sono un blogger e un appassionato di libri e letteratura. Edgar Allan Poe è stato il primo autore che ho amato e da allora ho iniziato a leggere la sua opera omnia. Il sito che ho creato nel 2007 è un omaggio a questo indimenticabile autore.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*