Scrivo, fotografo, viaggio

Nel mio primo tema, alle elementari, scrissi che da grande avrei voluto aprire un supermercato e l’avrei chiamato “Il coccodrillo”. Non ho mai aperto “Il coccodrillo” ma ho sempre continuato a scrivere.

Sono laureato in storia del teatro e coniugo l’interesse per le storie con quello per la tecnologia. Scrivo articoli per blog, contenuti per siti web, mi occupo di ricerca e sviluppo per documentari.

Ho una predilezione per la non fiction narrativa, la storia, il reportage di viaggio e la scienza. Non mi muovo senza una macchina fotografica.

Come è nata la tua passione per Poe?

La mia passione per Poe nasce da adolescente dopo aver acquistato, per caso, una raccolta delle sue poesie in un mercatino dell’usato.

Perché si continua ancora a leggere Poe?

Per conoscere noi stessi. Nelle sue opere c’è tutta la complessità dell’essere umano.

3 opere di Poe che ti sono rimaste impresse

Amo particolarmente “L’uomo della folla” e “Hop Frog”, di cui ricordo ancora il brivido che provai sul finale, quando lo lessi la prima volta.

Delle poesie di Poe rileggo spesso “Le campane”. In lingua originale, mi rapisce col suo ritmo ipnotico e mi trasporta in un mondo lontano.

Articoli scritti da Pierpaolo Ferlaino

Il palazzo infestato di Franco Pezzini

Il palazzo infestato di Franco Pezzini

È da pochi giorni uscito il secondo volume della serie di saggi critici illustrati sulla vita e le opere di ...
Leggi Tutto
/ Libri