I musei dedicati a Edgar Allan Poe

4 musei per ricordare Poe

4 città, 4 musei: così gli Stati Uniti celebrano uno dei loro più famosi autori, Edgar Allan Poe:

  1. Richmond, in Virginia, la prima città in cui si trasferì, subito dopo la morte della madre;
  2. Baltimora, nel Maryland, dove visse circa 8 anni dopo;
  3. Filadelfia, in Pennsylvania, in cui visse 10 anni più tardi;
  4. New York, anzi Fordham, nel Bronx, allora campagna, oggi inglobato nella città, in cui Poe visse verso la fine della sua vita.

Poe Museum (Richmond, Virginia)

Non a caso è nato nella città in cui Edgar fu portato da bambino, dopo la morte della madre, Elizabeth Arnold Poe, dai genitori adottivi John e Frances Allan.

Nel museo, fondato nel 1906, si trovano scritti originali di Poe – manoscritti e lettere – e alcune edizioni dei suoi libri, oltre ad alcuni suoi beni.

Il museo risiede alla Old Stone House, che ha un legame storico con Poe. È un’antica casa coloniale situata nel quartiere più vecchio di Richmond, Stockoe Valley, e probabilmente risale al 1750.

Nel 1824, allora quindicenne, Poe fece parte della guardia d’onore – un gruppo di ragazzi volontari che presero il nome di Junior Morgan Riflemen – che scortò il marchese de Lafayette, di ritorno a Richmond, alla Old Stone House. Poe avrebbe sorvegliato l’esterno della casa.

La residenza era della famiglia Ege, che aveva contribuito a fornire le truppe di Lafayette durante la Rivoluzione.

Dove si trova il Poe Museum

Edgar Allan Poe House and Museum (Baltimora, Maryland)

Poe ha vissuto in questa casa per gran parte degli anni ’30. Il museo è anche sede della Edgar Allan Poe Society di Baltimora, che ospita ogni anno vari eventi legati a Poe.

Il museo è un luogo storico di interesse nazionale. La costruzione è in un eccellente stato di conservazione con gran parte del rivestimento originale esterno e interno del periodo 1833-1835, quando Edgar viveva lì con sua zia.

Nel museo è possibile vedere alcuni oggetti appartenuti a Poe e alla sua famiglia, come la scrivania e la sedia di Edgar, un telescopio, porcellane e oggetti in vetro usati da Edgar quando viveva con la famiglia Allan a Richmond, in Virginia.

La casetta si trova oggi al 203 North Amity Street, ma originariamente era al n. 3 di Amity Street. Fu presumibilmente costruita intorno al 1830 per Charles Klassen. Verso la fine del 1832 o all’inizio del 1833 Maria Clemm (43 anni) si trasferì dalla zona orientale di Baltimora in campagna.

In quella casa vissero, oltre a Maria Clemm, sua madre malata (Elizabeth Cairnes Poe, 73 anni), sua figlia Virginia Eliza Clemm (10 anni), suo nipote Edgar (23 anni) e forse il figlio di Maria Clemm, Henry Clemm (14 anni). Poe lasciò la casa verso l’agosto o il settembre del 1835 per trasferirsi a Richmond.

Dove si trova l’Edgar Allan Poe House and Museum

Edgar Allan Poe National Historic Site (Filadelfia, Pennsylvania)

Il museo storico dedicato a Poe è situato in un’altra città legata all’autore: Filadelfia. È nella primavera del 1843 che Poe si trasferisce con la sua famiglia nella proprietà di mattoni rossi a tre piani del numero 530, ora divenuta museo. Il 6 aprile 1844 la famiglia lascia Filadelfia per trasferirsi a New York.

Il 1° dicembre 1933, quando Arthur Taylor vende il numero 530 alla Richard Gimbel Foundation for Literary Research, la casa è già nota come Poe House. La Fondazione Gimbel, il 20 gennaio 1960, acquista i lotti su entrambi i lati del complesso della Poe House.

Nel 1963 gli interni vengono ristrutturati e il 4 gennaio 1963 il National Park Service dichiara la Poe House un punto di riferimento nazionale.

Dove si trova l’Edgar Allan Poe National Historic Site

Edgar Allan Poe Cottage, Fordham, Bronx, NY

Quando Poe si trasferì nel cottage nel 1844 o 1846 (pagando un affitto di 100$ all’anno), il Bronx era un’area rurale piena di colline, boschi e terreni agricoli. In quel periodo Virginia aveva la tubercolosi e Poe, trasferendosi lì, aveva sperato di assicurarsi che avesse molta aria fresca e luce.

Fu in questo cottage che Poe scrisse le poesie “Annabel Lee” e “The Bells” (Le campane) e il saggio Eureka.

Il cottage fu costruito nel 1812 ed era tipico delle case della classe operaia che riempivano il vecchio villaggio di Fordham. È formato da 5 stanze: una cucina, un salotto e una camera da letto al piano principale e due minuscole stanze in soffitta.

Nell’arco di un secolo il cottage ha cambiato molti proprietari, perfino un dentista che lo usò come ufficio. Nel 1913 fu salvato dalla demolizione dalla New York Shakespeare Society, che raccolse fondi per spostarlo dall’altra parte della strada in un parco pubblico da preservare per sempre, che allora prese il nome di Poe Park.

Oggi le stanze sono state restaurate con arredi appropriati alla residenza di Poe negli anni Quaranta dell’Ottocento, tra cui una scrivania, un letto di corda e una sedia a dondolo di vimini che si ritiene appartenessero alla famiglia.

Ora l’Edgar Allan Poe Cottage è di proprietà del New York City Department of Parks & Recreation, gestito dalla Bronx County Historical Society.

Dove si trova l’Edgar Allan Poe Cottage

  • 2640 Grand Concourse
  • Fordham, Bronx, NY
  • Visita la pagina del museo nel sito della Bronx County Historical Society

Fonti

  • poe200th.com, “Poe Museums”
  • poemuseum.org
  • Atlas Obscura, “Edgar Allan Poe Cottage”
  • Historic House Trust, “Edgar Allan Poe Cottage”
Informazioni su Daniele Imperi 568 Articoli
Sono un blogger e un appassionato di libri e letteratura. Edgar Allan Poe è stato il primo autore che ho amato e da allora ho iniziato a leggere la sua opera omnia. Il sito che ho creato nel 2007 è un omaggio a questo indimenticabile autore.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*