Fondatore della rivista telematica su Edgar Allan Poe

Daniele ImperiSono un blogger e scrivo articoli per blog aziendali e di liberi professionisti e testi per siti web. Ho iniziato la mia avventura su internet nel 2000, quando ho creato il mio primo sito, e da allora non ho smesso di creare contenuti nel web.

Fin da ragazzino ho avuto la passione per il giornalismo, così un giorno creai 2 riviste usando quello che avevo a disposizione: ritagli di giornale, fogli di quaderno, colla e la macchina da scrivere svedese di mia madre, la Halda modello Cicero.

Come è nata la tua passione per Poe?

Una raccolta di racconti di Poe è stato l’8° libro che ho letto in vita mia, quando ero ragazzo: ma il suo nome mi era noto da molto prima, anche se non ricordo come. Sapevo che aveva scritto storie horror, un genere narrativo che mi ha sempre appassionato, e ero curioso di leggerle.

Era una raccolta pubblicata in edicola da Fabbri Editori negli anni ’60, “I grandi della letteratura”. Là ho potuto apprezzare i racconti più famosi, e forse più belli, di Poe: “Berenice”, “Il pozzo e il pendolo”, “Una discesa nel maelström”, “Il barile di Amontillado”, “La caduta della casa degli Usher”, “William Wilson”, “Il ritratto ovale” e altri.

La nascita di un sito su Poe

Nel 2007 ho voluto unire la mia passione per il blogging con quella per Edgar Allan Poe, dando vita a un blog inizialmente acerbo: edgarallanpoe.it. Nel corso degli anni sono entrati dei collaboratori, che hanno contribuito con materiale e articoli originali.

Nel 2017 ho selezionato una serie di argomenti da trattare nel sito, per approfondire il mondo che ruota attorno a Poe. Due anni anni dopo ho modificato alcune sezioni del sito, per migliorare la categorizzazione dei contenuti.

Infine, a inizio 2020, il sito è diventato una rivista telematica aperiodica.

Perché si continua ancora a leggere Poe?

Ogni volta che si legge un racconto di Poe, c’è sempre qualche elemento nuovo che appare. Poe è stato un vero pioniere letterario, un autore con una vasta cultura e un’elevata capacità nel sondare l’animo umano.

Le sue storie dell’orrore non possono essere lette come semplici racconti popolari, perché rappresentano un orrore interiore, psicologico, che difficilmente può essere compreso a una prima lettura.

Ma soprattutto si continua ancora a leggere Poe perché, a distanza di oltre 2 secoli dalla sua nascita, non ha perso neanche minimamente il suo fascino. Il fascino di un autore versatile, scomparso prematuramente e in circostanze mai chiarite.

3 opere di Poe che ti sono rimaste impresse

È riduttivo scegliere soltanto 3 opere fra i tanti racconti e poesie, il romanzo, gli articoli e i saggi che ha scritto Poe. Ne scelgo dunque 3 fra una rosa di 11 che ancora ricordo e che lessi da ragazzo. Sono storie che mi hanno lasciato sensazioni uniche e ancora vivide dopo tanti anni:

  1. “Berenice”: perché l’orrore si svela soltanto alla fine, con una maestria che lascia senza fiato.
  2. “Gli occhiali”: perché lascia interdetti. Una storia incredibile, eppure resa realistica da Poe.
  3. “I delitti della Rue Morgue”: perché è un gioiello della letteratura poliziesca, impossibile da emulare.

Articoli scritti da Daniele Imperi

Il palazzo infestato di Franco Pezzini

Il palazzo infestato di Franco Pezzini

È da pochi giorni uscito il secondo volume della serie di saggi critici illustrati sulla vita e le opere di ...
Leggi Tutto
/ Libri
La camera pentagonale di Franco Pezzini

La camera pentagonale di Franco Pezzini

Con l’uscita del secondo volume di una serie di saggi illustrati sulla vita e le opere di Edgar Allan Poe ...
Leggi Tutto
/ Libri
The Broadway Journal

The Broadway Journal

Il «Broadway Journal» fu un settimanale di breve durata, fondato da Charles F. Briggs, Henry C. Watson e l’ex insegnante ...
Leggi Tutto
/ Biografia
Gambitto d’amore

Gambitto d’amore

Questo racconto apparve sul numero 7-8 del luglio-agosto 1898 della «Nuova Rivista degli Scacchi», diretta da Carlo Salvioli, scacchista e ...
Leggi Tutto
/ Racconti attribuiti a Edgar Allan Poe
Marginalia di Poe

Marginalia I-XLV

Questa traduzione dei Marginalia, tratta dal volume Edgar Allan Pöe (Roux Frassati e Co. Editori,Torino, 1896) a cura di Ernesto ...
Leggi Tutto
/ Altri scritti
Quando Edgar Allan Poe conobbe Charles Dickens

Quando Edgar Allan Poe conobbe Charles Dickens

Poe e Dickens sono due nomi più che famosi nella letteratura classica, il primo di quella americana e il secondo ...
Leggi Tutto
/ Biografia
Re Peste

Re Peste

Il racconto “Re Peste” (King Pest the First. A Tale containing an Allegory) apparve la prima volta nel settembre 1835 ...
Leggi Tutto
/ Racconti
Il vero Edgardo Poe

Il vero Edgardo Poe

Nel 1905 apparve in Italia il volume Il vero Edgardo Poe del professor Raffaele Bresciano, per i tipi di Fr ...
Leggi Tutto
/ Libri
Catalessia

Catalessia

Il racconto che segue apparve nel numero 594 della rivista «Emporio Pittoresco», che copriva i giorni dal 16 al 22 ...
Leggi Tutto
/ Racconti attribuiti a Edgar Allan Poe