Un falso ritratto di Edgar Allan Poe

Questo ritratto apparve per la prima volta nel marzo del 1900, nel periodico britannico Anglo-Saxon Review. La didascalia è quella prodotta dal periodico. Il proprietario del ritratto, il noto collezionista Francis Howard, scrisse un saggio che falsificò la provenienza del ritratto, affermando che fu dipinto a Londra nel 1828, quando Poe apparentemente aveva ancora la sua cattedra all’Università della Virgina.

A questo proposito lo storico Michael Deas ci dice:

Il ritratto è stato più tardi screditato, poiché fu provato che Poe non è andato in Inghilterra nel 1827 ma fu arruolato nell’Esercito Americano sotto falso nome: nel 1828, quando presumibilmente il ritatto fu dipinto in Gran Bretagna, Poe fu di stanza a Fort Moultrie, nel South Carolina. Bisogna aggiungere che la somiglianza di Poe col ritratto è molto debole e, come puntualizzò il biografo Hervey Allen nel 1926, “tutto ciò che si può dire è che mostra un giovane ventenne, ben vestito… sensibile, fine ed educato…”

Falso ritratto di Poe

Il motivo è ovviamente il denaro: l’aria di mistero e l’atmosfera romanzesca che circondano la vita di Poe ha generato un enorme intereste negli anni successivi alla sua morte e Howard non è l’unico ad averne approffitato. Parecchie immagini false di Poe furono vendute nella metà del secolo scorso per un totale di 12000 dollari, praticamente solo una piccola parte di quanto potrebbe essere venduta oggi ad un’asta un’immagine autenticata di Poe.

In molti casi, ci fa notare Deas, sono i presunti studiosi di Poe che involontariamente danno credibilità alle false immagini:

Lo studioso di Poe Thomas O. Mabbott una volta diede il suo imprimatur a un falso “autoritratto” che più tardi fu venduto per parecchie migliaia di dollari, in gran parte sulla base della sua autenticazione. Nel 1949 Mabbott diffuse anche il mito che Poe una volta posò per un’illustrazione nel Graham’s Magazine e più tardi descrisse [un’immagine di Poe] come “l’immagine più recente pienamente autenticata” di Poe, quando invece essa derivò da un’incisione su legno pubblicata sei anni dopo la morte del poeta.

Libera traduzione da This Man is Not Edgar Allan Poe.

2 commentiOn Un falso ritratto di Edgar Allan Poe

Lascia un commento:

La tua email non sarà pubblicata.

Mobile Sliding Menu