Un omaggio a Edgar Allan Poe al Teatro Elfo Puccini di Milano

Una serie di stravaganti vicende

Teatro Elfo

Da sempre i racconti e le poesie di Edgar Allan Poe hanno stuzzicato la fantasia di artisti di ogni genere, illustratori, registi, ma anche scrittori e perfino scultori. Forse non molto frequenti in Italia, negli Stati Uniti, patria del poeta, ogni anno si tengono varie opere teatrali ispirate alle opere di Poe.

Oggi annunciamo però uno spettacolo in prosa tutto italiano, un omaggio di Ferdinando Bruni (attore, regista, scenografo e anche traduttore), che nel 1973 ha fondato la compagnia Teatro dell’Elfo, e Francesco Frongia (coregista e coautore dello spettacolo).

Dicono Ferdinando Bruni e Francesco Frongia a proposito del loro lavoro:

Ci sono esistenze che, a un certo punto, si accorgono che una sola vita non basta. Persone che trascendono la propria epoca e contaminano con la loro opera le generazioni successive. Gli scritti di Edgar Allan Poe hanno questa capacità miracolosa, ci hanno affascinati proprio per questa loro qualità magica: chi li legge entra in un gorgo in cui piano piano tutti i sensi sono chiamati a reagire e ci si trova, quasi senza averlo deciso, ad esplorare zone della propria mente dove l’ombra è più fitta, ad aprire porte che non si aveva il coraggio di considerare, a leggere la realtà attraverso un filtro oscuro che allarga tuttavia i confini della coscienza e della percezione.

Un viaggio oltre uno specchio nero in un paese delle meraviglie al negativo. Paura, ma anche ironia, disperazione, ma anche passione e l’inesausta voglia di raccontare storie. E poi la poesia: ballate misteriose, filastrocche inquietanti, una voce che sa essere stridula e carezzevole, terrificante e incantata. La poesia di cui Baudelaire si innamorò.

Allo spettacolo ha collaborato anche Teho Teardo. Proseguono Bruni e Frongia parlando di questa collaborazione:

Con Teho Teardo vogliamo creare una suite teatrale/musicale che usi tutte le possibilità dei nuovi strumenti multimediali ma che al tempo stesso evochi l’atmosfera remota, il sentore di fiori squisiti e putrefatti che emana dall’opera di Poe. Un viaggio che ci accompagni dentro le sue parole per farci esplorare i confini, i limiti reali o immaginari delle sue (e delle nostre) ossessioni.

Racconti e poesie di Poe utilizzati per lo spettacolo

  • L’appuntamento” (The Assignation): racconto pubblicato inizialmente con il titolo “The Visionary” nel gennaio 1834 sul «Godey’s Lady’s Book».
  • Mistificazione” (Mystification): racconto pubblicato inizialmente con il titolo “Von Jung, the Mystific” nel giugno 1837 sull’«American Monthly Magazine». Questo racconto dà il titolo all’omaggio (a series of ludicrous quizzes), una frase presa dalla fine della storia.
  • William Wilson” (William Wilson): racconto pubblicato probabilmente nell’ottobre 1839 sul «The Gift: a Christmas and New Year’s Present for 1840».
  • Eleonora” (Eleonora): racconto pubblicato nel 1841 sul «The Gift for 1842».
  • Il cuore rivelatore” (The Tell-Tale Hearth): racconto pubblicato nel gennaio 1843 sul «The Pioneer».
  • Il gatto nero” (The Black Cat): racconto pubblicato il 19 agosto 1843 sullo «United States Saturday Post».
  • Il corvo” (The Raven): poesia pubblicata nel febbraio 1845 sull’«American Review».
  • Annabel Lee” (Annabel Lee): manoscritto del maggio 1849, poesia pubblicata il 9 ottobre 1849 sul «New-York Daily Tribune».

Promozione per i lettori del blog

Per prenotarvi scrivete un’email a promozione@elfo.org specificando il vostro nome e cognome, il numero di telefono, la data e il numero di posti, indicando nell’oggetto dell’email “Promo Teatro Poe”.

Avrete i biglietti ridotti al costo di 13,50 euro, anziché 32,50, fino a esaurimento dei posti disponibili.

Una serie di stravaganti vicende

  • Teatro Elfo Puccini, Sala Fassbinder
  • Corso Buenos Aires 33, Milano
  • Telefono 02/00 66 06 06
  • Dal 2 al 21 maggio 2017: dal martedì al sabato alle ore 21,00 e la domenica alle ore 16,30
  • Scritto, diretto e illustrato da Ferdinando Bruni e Francesco Frongia
  • Assistente scene e costumi Saverio Assumma
  • Luci di Nando Frigerio
  • Suono di Giuseppe Marzoli
  • Musiche originali di Teho Teardo
  • Con Ferdinando Bruni
  • Voci del ricordo Ida Marinelli
  • Produzione Teatro dell’Elfo
  • Prima nazionale

Lascia un commento:

La tua email non sarà pubblicata.

Mobile Sliding Menu