Edgar Allan Poe tra mesmerismo e catalessi

Edgar Allan Poe tra mesmerismo e catalessi

È in arrivo un appuntamento dedicato alla figura di Edgar Allan Poe, un evento storico-letterario organizzato dalla storica e divulgatrice Jennifer Radulović. Si parlerà della vita e delle opere di Poe con un approfondimento sulle teorie del mesmerismo e sul fenomeno della catalessi. Slide, immagini e filmati completano l’incontro.

L’evento è realizzato dal Circolo del Gotico, un’iniziativa ideata e condotta dalla stessa Jennifer Radulović, che organizza eventi culturali sia storici sia letterari con taglio divulgativo, dedicati alla letteratura gotica e alla storia dell’esoterismo.

Il mesmerismo in Edgar Allan Poe

In ben 5 racconti Poe ha affrontato il tema del mesmerismo:

  1. Un racconto delle Ragged Mountains” (A Tale of the Ragged Mountains), pubblicato nell’aprile 1844 sul «Godey’s Lady’s Book»: quando Bedloe si inoltra fra le Ragged Mountains, il suo passaggio dal normale stato fisico a quello metafisico si compie in accordo con la teoria mesmerica. Bedloe, inconsapevole, è sotto l’incantesimo ipnotico del Dr. Templeton. Poe, per aiutare la convinzione dei lettori, aggiunge che Bedloe è sotto l’influenza della morfina, dando così due possibili spiegazioni per rendere credibile una storia fantastica.
  2. Gli occhiali (The Spectacles), pubblicato il 27 maggio 1844 sul «Dollar Newspaper». In questo racconto, di cui non possiamo anticipare nulla, Poe mette in campo un fatto apparentemente impossibile. Resosi conto dell’assurdità della sua idea, cercò di ottenere credito facendo riferimento alla generale eccitazione intellettuale creata dal magnetismo animale.
  3. Rivelazione mesmerica” (Mesmeric Revelation), pubblicato nell’agosto 1844 sul «Columbian Lady’s and Gentleman’s Magazine». L’intera narrazione è un fittizio resoconto di un’esperienza mesmerica. La parte principale del racconto è un dialogo con il magnetizzatore.
  4. Quattro chiacchiere con una mummia (Some Words with a Mummy), pubblicato nell’aprile 1845 sull’«American Wig Review». In questa storia la mummia viene interrogata alla maniera di un ipnotizzatore.
  5. La verità sul caso del signor Valdemar” (The Facts in the Case of M. Valdemar), pubblicato nel dicembre 1845 sull’«American Wig Review». In questo racconto Poe sviluppa l’idea di una persona mantenuta in vita dal magnetismo animale ben oltre la morte.

Poe tornerà ad accennare al mesmerismo nella sua opera Eureka, quando classifica insieme “Magnetismo, o Mesmerismo, o Swedenborgianesimo (da Emanuel Swedenborg) o Trascendentalismo, o qualche altro altrettanto delizioso ismo della stessa specie, e invariabilmente sostenuto dalla stessa specie di persone.”

La catalessi in Edgar Allan Poe

Il fenomeno della catalessi è stato affrontato da Poe in 3 racconti:

  1. Berenice” (Berenice), pubblicato nel marzo 1835 sul «Southern Literary Messenger». Berenice soffre di una non specificata malattia degenerativa, con periodi di catalessi.
  2. La caduta della casa degli Usher” (The Fall of the House of Usher), pubblicato nel settembre 1839 sul «Burton’s Gentleman’s Magazine». Madeline, la sorella gemella di Roderick, è malata e cade in catalessi.
  3. Il seppellimento prematuro” (The Premature Burial) pubblicato il 31 luglio 1844 sul «Dollar Newspaper». Qui il narratore descrive la sua lotta contro quel singolare disturbo che i medici hanno deciso di chiamare catalessi. Da qui il suo terrore di esser sepolto vivo.

Le date e i luoghi dell’evento

  • Torino: sabato 4 febbraio 2017, alle ore 21 al Centro Culturale “Lombroso 16”, via Lombroso 16
  • Brescia: sabato 25 febbraio 2017, alle ore 21 al Teatro “San Giovanni”, contrada san Giovanni 8

I posti sono limitati e la prenotazione è obbligatoria (si paga direttamente all’evento). La quota di partecipazione è di 10 euro. Per maggiori informazioni contattare il Circolo del Gotico ai seguenti recapiti:

6 commentiOn Edgar Allan Poe tra mesmerismo e catalessi

Lascia un commento:

La tua email non sarà pubblicata.

Mobile Sliding Menu