Il premio popolare Una matita per Poe rischia la chiusura

Purtroppo si sono verificati parecchi voti “fasulli” in occasione delle votazioni dei disegni del concorso Una matita per Poe. Parecchi votanti hanno inviato più di un voto, iscrivendosi con email differenti.

Questa mancanza di rispetto nei confronti del sito ospite, dei partecipanti (che possono essere sorpassati a causa di voti falsi e di votanti dediti all’imbroglio) e nei confronti del sottoscritto, che occupa il suo tempo libero per controllare e approvare i commenti, questa disonestà per accaparrarsi una vittoria presa con l’inganno, per vincere un premio il cui valore non raggiunge i 20 euro, è assolutamente vergognosa.

Da questo momento, a partire dal prossimo voto “falso” che giungerà, l’intero concorso popolare chiuderà i battenti e nessun vincitore sarà eletto.

Informo i lettori sin da ora che nel presente sito non saranno più lanciati concorsi a votazione del pubblico, vista l’impossibilità, in questo paese, di poter fare affidamento sull’onestà delle persone.

6 commentiOn Il premio popolare Una matita per Poe rischia la chiusura

  • Il premio popolare è sempre determinato dalla quantità di conoscenze e dalla propaganda fatta per ottenere dei voti, non dalla qualità di un’opera. Chi non ha vinto il premio della giuria dovrebbe accontentarsi della visibilità ottenuta dalla galleria virtuale del concorso…

  • ma va’?!! e’ vergognoso questo tipo di azione .
    farsi votare da fasulli fa’ manifesto di NON arte e rispetto verso gli altri.
    vergogna

  • infatti e’ proprio questo il punto io ho votato la qualita’ di un opera ache autore x me sconosciuto.
    un conto e’ la qualita’ e la fortuna di essere visibile un conto e’ l’imbroglio che nasce a se’ con un altro concetto.. a mio parere.

  • Pingback: Il premio popolare Una matita per Poe chiude ()

  • Resto davvero sbalordito nel leggere certe cose! Non è possibile, sono davvero un Poe-dipendente a tutti gli effetti. Sin dal primo momento che ho scoperto questo sito, ho sempre creduto che gli altri utenti, la pensassero come me: poter condividere la “nostra passione” nella maniera più limpida ed onesta. Ma soprattutto è una mancanza totale di rispetto nei confronti dell’amministratore e di tutti i ragazzi che contribuiscono a tener in piedi un sito così bello come questo! Che senso ha essere truffaldini e disonesti quando dovrebbe essere un piacere condividere e “mettersi in gioco” lealmente…mah! LUDUS sono arrivato anch’io alla stessa conclusione:” ma in che paese viviamo?!”

  • Ben venuti nel mondo…di oggi

Lascia un commento:

La tua email non sarà pubblicata.

Mobile Sliding Menu