Il demone della perversità – Recensione

Il racconto, breve, è molto particolare. Poe dedica una buona parte della storia (tre pagine su quattro e mezzo) a parlare della perversità e di ciò che è perverso. Inizialmente, quindi, il lettore ha la sensazione di leggere un articolo.

Nella seconda e più breve parte il narratore si trasforma nel protagonista e ci racconta la sua triste storia. Un racconto a due facce, che mescola filosofia e orrore.

  • Titolo originale: The Imp of Perverse
  • Prima pubblicazione: luglio 1845 sul Graham’s Lady’s and Gentleman’s Magazine

Il demone della perversità come storia probabile

È un racconto realistico, che mette in campo la follia dell’omicida e la sua condizione. Nulla di fantastico o impossibile, dunque. Rientra fra le storie probabili.

2 commentiOn Il demone della perversità – Recensione

Lascia un commento:

La tua email non sarà pubblicata.

Mobile Sliding Menu