Eldorado

Gaiamente vestito
un galante cavaliere,
alla luce del sole ed all’ombra
aveva viaggiato lungamente,
cantando una canzone
in cerca di Eldorado.
Ma egli diventò vecchio
questo cavaliero così ardito
e sul suo cuore un’ombra
cadde quando ei non trovò
alcun luogo sulla terra
somigliante all’Eldorado.
E come la sua possanza
lo abbandonò alla fine,
egli incontrò un’ombra pellegrina
“Ombra,diss’egli,
dove può essere
questa terra di Eldorado?”
“Sui monti
della Luna,
giù nella valle dell’Ombra,
cavalca, arditamente cavalca
-l’ombra replicò-
se tu cerchi l’Eldorado!”

(Edgar Allan Poe,1849)

 

Tratto da “Il libro dei Poemi” (1902), Roux e Viarengo

Traduzione di Ulisse Ortensi

Un commentoOn Eldorado

  • Proprio oggi ho letto questa poesia… tra le note riferite a tale poesia c’era appunto quella che diceva come Eldorado vada interpretata non come la città dell’ora ma come la pace dell’anima… Una poesia semplice e alla fine si riconosce lo stile di Poe con la solito ombra che si mostra alle persone…

Lascia un commento:

La tua email non sarà pubblicata.

Mobile Sliding Menu