160° anniversario della morte di Edgar Allan Poe

7 ottobre 1849-7 ottobre 2009

Edgar Allan PoeEdgar Allan Poe è nato a Boston il 19 gennaio 1809 ed è morto a Baltimora il 7 ottobre 1849. Quest’anno cadono quindi due importanti anniversari: il bicentenario della nascita e il 160° anniversario della morte.

Sulla sua morte si è tanto discusso. Sul blog è stato pubblicato un articolo sul mistero della morte di Poe. Congetture, teorie, speculazioni.

L’unica cosa certa è che uno dei più grandi scrittori e poeti del XIX secolo, Edgar Allan Poe, è morto, in circostanze misteriose, il 7 ottobre 1849, a soli 40 anni. L’unica cosa che ci consola è che Poe ci ha lasciato racconti, poesie, saggi, articoli e un romanzo che continuano ad essere letti dopo oltre un secolo e mezzo.

Di quanti autori si può dire lo stesso?

Dalla sua morte ad oggi Poe è diventato un’icona. L’icona dell’horror, ma di un horror profondo, che nasce dall’io, dagli stati d’animo dell’uomo, un terrore psicologico ben più inquietante dell’horror rosso sangue a cui siamo abituati grazie al cinema.

Il terrore descritto da Poe nasce pian piano, si sviluppa riga dopo riga fino a entrare nel cuore e nella mente del lettore. Si legge, nei suoi scritti, una sofferenza e una malinconia che angosciano fin nel subconscio.

La sua stessa vita è stata sofferenza e malinconia, dolore e angoscia. Che cosa avrebbe potuto scrivere di diverso un uomo come Poe?

La profondità delle sue opere ha influenzato decine di scrittori. E decine di film sono stati prodotti sulla base dei suoi scritti ed altre trasposizioni sono in produzione.

Edgar Allan Poe è morto. Ma vive ancora.

2 commentiOn 160° anniversario della morte di Edgar Allan Poe

Lascia un commento:

La tua email non sarà pubblicata.

Mobile Sliding Menu